Jessica Rules the Dark Side

Jessica Rules the Dark Side - Beth Fantaskey Seguito di Promessi Vampiri, The dark side racconta le avventure di Jessica e Lucius una volta trasferitisi in Romania, pronti per regnare sui clan dei Dragomir e dei Vladescu.In realtà pronti è una parola grossa, perché Antanasia è tutto tranne che pronta. Non conosce le usanze dei vampiri, la Romania per lei è un paese sconosciuto e inoltre è completamente sola. E di certo i vampiri anziani non intendono renderle facile il compito: per fortuna c’è Lucius, che la sostiene e l’incoraggia. Quando però viene accusato di omicidio e imprigionato, le cose precipitano. E ovviamente non vi racconto altro per non rovinarvi la lettura XD~Nota bene: la casa editrice Giunti ha inserito in questa edizione anche la traduzione di The Wedding, racconto fornito dall’autrice in cui viene descritto il matrimonio tra Lucius e Antanasia.~Questo secondo volume della saga Promessi Vampiri mi è piaciuto meno del precedente, poiché manca quasi del tutto della componente fondamentale che mi aveva affascinato nel primo libro: i siparietti comici di Lucius.Quest’ultimo infatti diventa quasi marginale all’interno della narrazione, incentrata quasi completamente su Jessica. Peccato che però Antanasia abbia perso notevolmente carattere rispetto al precedente volume: capisco e condivido il suo spaesamento nel ritrovarsi alla corte rumena, ma non ho molto sopportato il suo lagnarsi per metà libro. O meglio, non trovo affatto credibile il fatto che passi da “non ce la farò mai, sono una rapa” a “mò li stendo tutti” nel giro di cinque minuti, quando per giorni e giorni ha vissuto nello sconforto più totale. Il cambiamento, secondo me, sarebbe dovuto essere più graduale.Inoltre la storia ha un altro enorme difetto: è prevedibile. Io non sono Sherlock Holmes, ma ho capito quasi subito chi c’era dietro le varie “malefatte”, e le piste fittizie della Fantaskey non sono riuscite a ingannarmi nemmeno per un secondo.Buona l’idea di introdurre nuovi punti di vista: interessante e simpatico Raniero, un po’ meno riuscita Mindy. Devo ammettere che però formano una coppia interessante e ben assortita, nonostante per molti aspetti siano agli antipodi l’uno dell’altro.Lo stile è semplice e scorrevole e permette di immergersi completamente nel romanzo, che, senza rendermene conto, ho finito in poche ore, nonostante la mole. Nonostante i difetti, cattura e rapisce.In conclusione, ho trovato questo romanzo inferiore rispetto al precedente, forse anche a causa delle mie aspettative: consigliato ai fan della saga.